Anima mia


Solo io
solo tu
anima mia
Ed il tempo
ci deve bastare
per capire
per sentire
per trovare
per amare
Prima di andare

20 agosto 2018

© Daniele Bosetti Cerva

Tutti i diritti riservati

solo io

Annunci

Pensieraccio


Io non piaccio, non posso piacere…ho un gran brutto carattere, sono un solitario e poco propenso alla frequentazione di gente che ormai, per la maggior parte, non mi dice assolutamente più nulla…io non piaccio a loro e loro non piacciono a me…punto e a capo.

DBC

mountaingoril

Briciola #332


La vita continua
ma senza di me.
Si è scordata di chiamarmi.

DBC

la vita continua

Amore sconfitto


Ti ho davvero conosciuta
riconosciuta, compresa?
O forse
Ho solo guardato i tuoi occhi
rispecchiandovi i miei?
Amore
Parola, sentimento
incommensurabile
incognito
mai davvero percepito consciamente
ed accolto
Ho vissuto i tuoi anni
ho solcato il tuo corpo
Ma ti ho mai sentita
fino in fondo
capito il tuo incomprensibile?
Ogni anima
ha profondità sconosciute
Ho mai guardato
fino dentro i tuoi reconditi pensieri?
Ho solo più ormai
fotografie sbiadite
inutili rimpianti in cornice
ed un lontano desiderio
mai colmato
Ho ancora il tuo viso a vent’anni
ed i mie sessanta sconfitti
dal non sapere di te

© 2018 Daniele Bosetti Cerva

Tutti i diritti riservati

amore sconfitto

Sapore amaro


Mastico in silenzio
ingoiando a stento
il nulla che ci circonda
Idee e pensieri
sono rifiuti abbandonati
in discariche d’anime vuote
Persistono
indifferenza e malamore
Ma ancora qualche boccone
sa di dolce e tenerezza
Li trattengo a lungo
gustandone il sapore
Ma svaniscono all’istante
più veloci del disgusto
che persiste a lungo
sulla lingua e dentro me

17 agosto 2018

© Daniele Bosetti Cerva

Tutti i diritti riservati

sapore amaro

Briciola #330


L’ora è dolcissima
il tramonto da urlo
…e come sempre malinconia

DBC

Sono il tu che non conosci


Nel profondo del sonno
ti vengo a cercare
Sono dentro te
fra sogni ed incubi
Sono il tu
che non conosci
nascosto al cuore
Sempre in agguato
in attesa
di un tuo errore
Non cercarmi
perchè comunque
non mi troveresti
MAI

© 2018 Daniele Bosetti Cerva
Tutti i diritti riservati

altro io

Diario Sparso 2


E ci risiamo, avanza la noia, l’apatia…è fine settimana e per me significa due giorni disperso nelle stanze accaldate di casa, affacciato al computer che non mi attrae per niente…e dunque devo inventare.

Stanotte invento parole da far scorrere su questo assurdo diario sparso…ma cosa cavolo mi è venuto mente.
Ore 3:43…finalmente piove…e allora? che cazzo di notizia è questa da annotare qui…un po di fantasia Daniele.

Il mio isolamento è voluto, cercato…non che non sia in grado di proferire parola e lanciare falsi sorrisi, e buongiorno, e buonasera…ma mi sembra tutto cosi impersonale, cosi lontano dal comunicare…in realtà non ci si parla praticamente più, ci sfoghiamo solo su blog e social, sinonimo di solitudini, di bisogno di compagnia…non conta se abbiamo una famiglia, il quotidiano da fare…evidentemente tutti, o quasi, in realtà abbiamo vuoti da colmare, sensazioni da distribuire, emozioni da raccogliere…ma sinceramente non vi sembra un poco triste?
Non viviamo più nella realtà, viviamo molto e meglio nel virtuale. Triste, sconsolante…sempre di più mi convinco di quel che più volte ho scritto…ci vediamo ma non sappiamo…non sappiamo nulla dell’altro, dell’altra…e poi ci sfoghiamo qui.

MI fermo…di nuovo mi pare tutto troppo banale, ma per ora mi accontento…accontentatevi anche voi se avete letto.

Buonanotte Diario Sparso

Diario Sparso 4


A volte, riflettendo su me stesso, mi trovo a pensare che forse non sono cosi sensibile come penso di essere.
Di fronte a dolori e sofferenze, spesso mi sembra di essere indifferente. Non reagisco, non piango, non mi commuovo…resto impassibile, un simulacro di marmo, un’anima di pietra.
Ricordo quando è mancato mio padre, non ho versato una lacrima per tre lunghi giorni.
Poi una sera, cercando, non so neppure io, una valida ragione per lasciarmi andare, in un cassetto della cucina ho ritrovato il quaderno dove lui, tutti i santi giorni, annotava ogni singola spesa. Mi si è stretto il cuore, ed a quel punto ho dato sfogo a tutto ciò di cui non ero stato capace di dare giorni prima.
Non riesco a spiegarmi queso mio comportamento…sembra quasi che io non voglia cedere per sorreggere la debolezza altrui.
O forse davvero non provo nulla in determinate circostanze.
Anche quando qui leggo di perdite da parte degli amici, di dolori lancinanti espressi con molta sensibilità, non trovo parole per consolare le persone. Mistero. Ma mi devo accettare per quello che sono o finirei per diventare qualcuno che io non sono.

Buonanotte Diario Sparso

Diario Sparso 3


Settimana scorsa, e precisamente lunedì, arrivo a casa dopo le mie quotidiane ore di sevizio volontario presso la biblioteca civica del mio comune.
Al mio arrivo, come d’abitudine, poso le chiavi ed avvio prima il computer e poi la TV.
Accendo la TV e sento uno strano fischio…nuvoletta di fumo e piccolo botto. Morta.
M’incazzo come una jena…anche perchè, vivendo da solo, era l’unica voce che mi teneva compagnia la sera e la notte.
Ok, mi arrendo. Poi mi viene in mente che con il lavoro di volontariato che svolgo, oltre ai soliti Facebook, ai videogiochi e quant’altro, esistono delle cose che si chiamano LIBRI.
Era molto tempo che non ne aprivo uno.
Il giorno successivo arrivo in biblioteca e mi metto a curiosare negli scaffali. Trovo 3 titoli che mi aggradano, ed effettuo il prestito a me stesso.
Torno a casa la sera, e d’istinto mi dirigo verso la TV…poi mi fermo e mi accorgo di avere con me un sacchetto pieno di carta.
Ceno, un poco di computer, e poi mi accomodo sul divano.
E mi si riapre un mondo dimenticato…
Parole, parole che scorrono via veloci, i miei occhi si rianimano, la mia mente si rianima.
E riscopro un piacere perduto da tempo, fagocitato dai problemi di ogni giorno, le bollette da pagare, i soldi dell’affitto che non ci sono, l’istinto di sopravvivenza che prevale su tutto.
Ed invece no, esistono altri mondi, altre distrazioni che ti soccorrono nei momenti difficili.
Naturalmente la poesia, ma anche la lettura di un buon libro ti può portare via.
E questo è quanto.

Buonanotte Diario Sparso