Pensiero


aforismi 3

Annunci

Consapevolezza


Sempre più disilluso
sempre più lontano
sempre più assente
alla finta vita
di ogni giorno
al fasullo me stesso
Sempre più coinvolto
sempre più presente
sempre più vicino
a quello che sono
a quello che sento
al mio vivere interiore

© 2015 Daniele Bosetti Cervamagritte_the_false_mirror1336509455724

Rimpianto


Ho avuto te
ma non ho dato me
Resta un rimpianto
sapore amaro
sulle labbra
E la vita va

© 2015 Daniele Bosetti Cerva239262

Canto solitario


Canto
un canto solitario
straniero ai più
Lo vivo dentro
intero
Agli altri
lascio briciole
da assaggiare

© 2015 Daniele Bosetti Cerva

Minima Poetica 24


Grido disperato
Se ascolti
sorreggi i miei passi

Riesci davvero a vedermi?
Allora entra
e non lasciarmi mai più

Un’anima candida
è l’nfinito
che ti abbaglia

S’illuminano i miei occhi
Ho visto sbocciare il tuo cuore
trasparente fra i tuoi seni

© 2015 Daniele Cerva

radioactive_by_andezigi-d33znlu2

Foglia d’autunno


Ho una rossa

foglia morta d’autunno

posata accanto a me

fragile

indifesa

Raccolta per caso

passeggiando

non so nemmeno perché

Ma ora

che la osservo

m’accorgo

di quanta bellezza

custodisce in se

e mi parla ancora

Ha in se il sapore del vento

il sentore di pioggia

la tiepida carezza

d’un sole a primavera

il cinguettare di passeri

nel torrido calore d’agosto

E tutto questo

ed altro ancora sta li

in quella fragilità

Ed ancora mi racconterà

di attimi fuggiti

e di tempo andato

Dunque mai morirà

questo tenue frammento

d’una natura immortale

19 ottobre 2015

© Daniele Cerva

FOGLIE-3

Parole al vento


Mai prima d’ora
avevo avuto
cosi tanto
da cosi poco

Ricordo solo ieri
Oggi è già passato
Domani
vorrei fosse ieri
Ieri con te

Rimani cosi
mollemente sdraiata
Ti accarezzerò
fino a sfinire
ogni tuo pensiero
ogni tuo desiderio
E ti lascerai andare

E’ vile
lo so
Ma ho voglia
di tradirti
Con me stesso

Vorrei tornare
alle origini del mio tempo
Ma non sono Dio

Visto il mare
visto tutto
Ma restano i tuoi occhi

Tasto il terreno
Pare solido
E poi affondo in una buca

Vivere
ed amare
Due facce
della stessa
medaglia

© 2015 Daniele Cerva

a6896a63c188fa7dd52765105b58db10

Languore


Rimani cosi
mollemente sdraiata
Ti accarezzerò
fino a sfinire
ogni tuo pensiero
ogni tuo desiderio
E ti lascerai andare

© 2015 Daniele Cerva

12088131_406565716220757_5093331960560294430_n

Schiavo


Violentami
con i tuoi occhi
con il tuo amore
con il tuo andare
e ritornare
Con le tue parole
con il tuo dolore
Resto
anche se dovessi
sanguinare

© 2015 Daniele Cerva

12107803_719374044859525_1063157544129942372_n

Di notte


Vorrei che fosse

sempre notte

Notte d’autunno

Sottile velo

di foschia

Respiri cauti

discreti

d’anime dormienti

Un solo sottile

appena percepibile ronzio

da un lampione sulla via

Indisturbato

flusso di pensieri

reconditi umori notturni

cancellati dalla luce

d’un giorno invadente

Ci vivo bene come sai

in questo buio avvolgente

padrone del mio io

signore incontrastato

del mio sentire più profondo

Per nulla lo lascerei

aggrappato come sono

ai suoi umori malinconici

Sommerso e coinvolto

cedo a lui

tutto il bene

e tutto il male

che mi porto dentro

E navigo tranquillo

in questo mare

vellutato e oscuro

15 ottobre 2015

© Daniele Cerva

f1_0_sabato-a-cremona-una-luce-nella-notte-evangelizzazione-di-strada