Banchetto di follia


E’ l’estasi dell’aurora

che mi risveglia dai sogni

che mi riporta fra i vivi

gente di sempre gente di mai

Concentrarmi sul silenzio

afferrare la follia

ed arrotolarla intorno ai pensieri

come un coriandolo di carnevale

dimenticato fra i baracconi

Librarmi in volo nella mente

assente alle cose del mondo

presente nella mia lucida pazzia

Daniele Cerva (C) 2013

 

Alchimie-dell'arte_outsider-art

Annunci