Avvolto


Avvolto
in questa nebbia assassina
smarrito
fra pensieri e malinconie
con passo lento
m’avvio verso l’abitudine
di sere mangiate
con rabbia
azzannando la solitudine
per strapparle un grido
un singolo rantolo finale
E poi la notte
che protegge il mio sentire
che m’apre porte di parole
che mi culla
nel suo ritmico silenzio
Ho ancora cose da dire
ma stento ad inventare
Nonostante tutto
la resa mai
Mi resta ancora questo dono
che non voglio sciupare
per niente e per nessuno
E scrivo e scrivo
e l’anima si fa leggera

08 febbraio 2018 ore 04.58
© Daniele Bosetti Cerva
Tutti i diritti riservati

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...